Ven. Feb 3rd, 2023

I capitalisti, quelli che al momento hanno in mano il business colossale del petrolio, vogliono mantenere il loro potere sostituendo il petrolio con il nucleare. Fonti diverse da queste, come il solare, l’eolico, etc. rappresentano una frammentazione del business, molti diventerebbero piccoli produttori togliendo il monopolio ai grossi colossi. Per convincere la gente che sia necessario il nucleare stanno creando, come fanno di consueto, un problema. Le sanzioni alla Russia hanno la sola finalità di creare il problema che aprirà le porte al nucleare ed ad altre imposizioni dittatoriali in tutti gli stati  europei. I politici fanno da imbonitori, servono a convincere e tenere a bada il popolo, questa volta sarà concessa un grande vittoria alla destra, con una fortissima maggioranza, per permettergli di fare tutte le leggi che i padroni vogliono indipendentemente da norme costituzionali e referendum vari. Destra o sinistra cambia poco, a comandare veramente sono coloro che usano i politici per tenere a bada il popolo.

Qualcuno magari si è anche lasciato convincere che il nucleare sia l’unica strada. Facciamo una  semplice analisi per capire quanti vantaggi ci sarebbero nell’utilizzare fonti alternative.

Partiamo dal problema alluvioni e siccità. Se governasse un imperatore romano dei vecchi tempi realizzerebbe un sistema capillare di dighe in grado di ridurre l’afflusso di acqua nei fiumi in caso di rischio esondazioni, e viceversa garantirebbe un flusso minimo contro la siccità in caso di secca. Ogni diga di quelle potrebbe ospitare una piccola centrale idroelettrica i grado di alimentare la zona, senza bisogno d fare arrivare l’energia dalla Francia. Potrebbe sembrare un’opera faraonica, ciclopica, qualcuno potrebbe anche pensare ad un impatto sull’ambiente. In realtà i castori lo fanno da sempre e non mi pare che siano un problema per la natura, anzi forse servono anche ad altre specie per trovare acqua da bere. Si tratterebbe di piccoli laghetti artificiali integrati nel verde delle montagne che grazie a tali laghetti sarebbero anche più verdi e fertili. In questo modo ci sarebbero dei piccoli produttori locali di energia, ma a qualcuno questo non piace.

Andiamo ora a parlare del solare. Prima di tutto facciamo notare che tutto in natura prende energia dal sole, dalla crescita delle piante agli uragani. L’energia chimica contenuta nel petrolio ed utilizzata per combusione ha origine da forme viventi, e tutte le forme viventi alla fine prendono energia direttamente o indirettamente dal sole. Le forme energetiche non direttamente riconducibili al sole sono le maree, le energie legate ai vulcani, ai sismi e poco ancora. Premettiamo che i pannelli solari fino ad oggi sviluppati sono poco efficienti, forse non c’è stato molto interesse a cercare nuove tecnologie. Nonostante ciò tante famiglie e piccoli produttori hanno avuto importanti benefici quando era attivo il sistema si conto energia. Questo sistema permetteva alle famiglie di vendere la loro piccola produzione di energia in eccesso al prorpio fabbisognao (in eccesso!), ma questo non è piaciuto guarda caso al capitalista Berlusconi che ha fermato tutto (Ovviamente anche lui lavora per gli stessi padroni ma non aggiungo altro per non andare fuori tema).

Se semplicemente tutti i tetti delle città e delle industrie fossero ricoperti di pannelli solari avremmo solo con questi prodotto la maggior parte dell’energia necessaria, non verrebbe ulteriormente interessata la natura visto che sarebbero collocati dove c’è già il cemento. Il pannelli solari potrebbero rendere le unità abitative anche indipendenti dalla rete elettrica se solo si sviluppassero degli accumulatori migliori di quelli esistenti o utilizzando le celle a combustibile e lo stoccaggio di idrogeno prodotto per elettrolisi. L’indipendenza elettrica dalla rete è un’altra questione non gradita ai padroni del mondo.

I pannelli solari potrebbero stare anche in tutte la aree di sosta, come capita in molti casi già oggi. Potrebbero anche diventare dei rivestimenti calpestabili, e quindi essere collocati in strade e marciapiedi, le tecnologie esistono ma ovviamente non sono nell’interesse dei padroni.

Ricordo che parliamo sempre di pannelli solari poco efficienti, ma se si spingesse in questa direzione l’efficienza potrebbe anche essere raddoppiata rendendo queste soluzioni ancora più vantaggiose.

L’eolico e le altre forme di produzione energetica pulite e rinnovabili sono benvenute ma con il giusto equilibro altrimenti si creano dei mostri ecologici. Probabilmente però, per quanto una distesa di pale eoliche possa essere un mostro ecologico, non sarà mai mostruosa quanto la più “pulita” e “sicura” centrale nucleare. Quanto sia rischioso è inquinante il nucleare dovrebbe essere chiaro a tutti. Parlano di nucleare pulito ma i fenomeni fisici alla base e gli atomi interessati sono sempre i soliti per cui questa presunta sicurezza e presunta pulizia sono solo di facciata. I problemi del nucleare sono nella fisica che li riguarda, per quanto si possa innovare i rischi ed i problemi restano tutti sul piatto. Questa cosa la dicono come sempre una minoranza di persone che essendo contro la propaganda vengono emarginate ed escluse dalla narrativa ufficiale, in TV si può dire solo il contrario, ovvero che il nucleare puliti e sicuro è effettivamente pulito e sicuro. Quello che è successo per il covid ed i vaccini ci avrebbe dovuto far capire che invece tutti andrebbero ascoltati, soprattutto le minoranze, e che anzi bisogna riconoscere la propaganda di regime e prenderne le distanze.

Di fonti alternative se ne possono sfruttare tante altre, dalle maree alle correnti marine, fino a rispolverare tecnologie abbandonate ma forse non da trascurare come i motori Stirling e simili.

Soluzioni intelligenti per vivere meglio ce ne sarebbero tante ma i capitalisti vogliono degli allevamenti di manodopera a basso costo. Le persone sono tenute nell’ignoranza e nella distopia proprio perché altrimenti i padroni del mondo non le potrebbero strizzare a dovere. Tutti potremmo lavorare meno e sfruttare le potenzialità offerte dall’innovazione tecnologica e dal progresso invece siamo considerati dei mangiatori inutili che vanno anche ridotti in numero, oltre che tenuti a bada come le bestie.

Ribadisco sempre che la manipolazione mentale di massa e necessaria per imporre qualsiasi volontà, sociale o politica, i potenti che comandano il mondo hanno bisogno di convincere il popolo perchè è il popolo a comandare anche se non lo sa. Per convincere il popolo utilizzano la propaganda, tengono il popolo nella confusione, nella distopia tramite i media, i social, la censura e la politica in tutte le sue forme. Il popolo dovrebbe invece essere refrattario alla propaganda, dovrebbe sempre restare lucido, ed è per questo che scrivo questi articoli che mi piacerebbe che fossero condivisi il più possibile. Alcuni concetti potrebbero essere incomprensibili o non condivisibili ma per capire bene si deve seguire un ragionamento logico, magari andando anche a ritroso con gli articoli pubblicati.

Potete iscrivervi alla newsletter del blog “NEW POST ALERT”, oppure seguirmi sui social. Ecco i link:

Telegram: https://t.me/farefrontecomune

Facebook: https://www.facebook.com/alessandro.ratti.9279

Instagram: https://www.instagram.com/rtt.alex/

Twitter: https://twitter.com/AlessandroRatt8

Lascia un commento

Translate »
error

Enjoy this blog? Please spread the word :)

Telegram