Ven. Feb 3rd, 2023

Continuando dal post precedente aggiungerei delle considerazioni…

il tumore potrebbe non svilupparsi per una sola causa, c’è un contesto favorevole e magari una causa scatenante.

Il tumore come un’incendio, se ci sono le condizioni basta una scintilla per dilagare, altrimenti si auto-estingue. Una volta che inizia, l’auto guarigione è lenta, per cui continuando a creare le condizioni sfavorevoli peggiora sempre di più. Se cessano le condizioni favorevoli ci possono volere mesi perchè scompaia del tutto, se nel frattempo si generano nuovamente le condizioni lui ricresce nuovamente. Insomma anche un “abuso alimentare ogni tanto” può nel tempo sfociare in cose brutte, quindi è importante che le scintille non trovino terreno fertile. Se si pensa a quanti compleanni, Natali, Pasque, sabati, domeniche e feste varie ci sono in cui ci si ingozza di salumi, grassi, formaggi, alcol… alla fine una fetta di torta ed un gelato… questo unito ad abitudini alimentari continuamente sbagliate (vedi bibite dolci, gelati, merendine, eccessi di carne, salumi…) fate un po voi…

Io credo che riguardo la causalità alimentare ci sia molta confusione, scetticismo e soprattutto interessi economici. Già nel 1931 un premio nobel aveva capito la causa:
…nel 1931 Otto Heinrich Warburg ha ricevuto il premio Nobel per aver scoperto la causa primaria del cancro!

Aveva detto che:
…il cancro si forma a causa di uno stile di vita antifisiologico, poichè a causa di una dieta basata su cibi “antifisiologici” acidificanti e carenza di attività fisica, il corpo finisce vittima di acidosi.

Un certo Simoncini è stato arrestato perchè provava a curare il tumore con l’iniezione di soluzione di bicarbonato, di fatto non faceva altro che creare le condizioni opposte a quelle favorevoli allo sviluppo del tumore… dopo oltre 20 anni che pare applicasse questa cura lo hanno arrestato al primo “fallimento”… forse era un po scomodo?  Quanto ci guadagnano sul bicarbonato?

Insomma… rinunciare ad un po di zucchero e qualche dolce non dovrebbe essere poi cosi drammatico, perchè non provare? …e se fosse vero, avrebbe senso seguire pesantissime cure per poi continuare ad ingerire veleni?

Un pensiero su “Tumore come un’incendio”

Lascia un commento

Translate »
error

Enjoy this blog? Please spread the word :)

Telegram