Sab. Gen 28th, 2023

Qualsiasi regime, qualsiasi forma di governo autoritario e totalitario, ha da sempre avuto bisogno del controllo delle masse. Non è possibile imporre un regime senza il controllo delle persone perché le stesse persone formano gli organi della stato necessari ad imporre il regime stesso. Il caso covid-vaccini ne è una prova, hanno tolto da tutti gli organi di stato i non vaccinati perché sarebbero stati di intralcio all’imposizione della dittatura. Durante il fascismo, per fare un parallelismo, non poteva insegnare chi non era iscritto al partito.

Se guardate le immagini di quando parlava Mussolini, in particolare quando ha portato il popolo in guerra, vi accorgerete che una folla chilometrica lo acclamava. Quella folla che lo acclamava dimostrava che lui aveva il controllo del popolo, poteva fare la guerra, la gente sarebbe andata a morire. Non c’era una logica, la folla era sotto controllo come insegna il buon Le Bon.

Nell’articolo precedente ho spiegato come secondo me viene controllato il popolo intero tramite la TV trasformandolo in una folla, generando quindi un pensiero unico non basato sulla logica. Come ha spiegato per primo Le Bon (1895), il ragionamento delle folle non si basa sulla logica ma su molti altri elementi, ben spiegati da Le bon ma non sintetizzabili in un articolo. Lo stato della folla e di tutti i suoi componenti risulta quindi ad uno stato quasi animalesco, mosso più dagli istinti e dalla suggestione che non dalla logica e dai bisogni. Le persone anche molto intelligenti in generale, diventano dei perfetti idioti sugli argomenti riguardanti il pensiero unico. La gente quindi diventa una folla controllata dalla TV, per portarla a fare quello che il regime vuole viene usata la propaganda, spiegata a sua volta da Bernays (1928). La propaganda è basata sul controllo dell’informazione, la censura, la mistificazione dei fatti, l’inganno, e fa perno sulle dinamiche base della suggestionabilità delle masse.

Quella piccola parte di persone che non resta ingannata, non conoscendo queste dinamiche, si meraviglia della stupidità assunta anche da persone che riteneva intelligenti. Questa piccola parte di disperati cerca di risvegliare i dormienti ma viene tacciata per complottista, no-vax, no-mask e viene azzittita agli occhi di una folla che vuole credere al pensiero unico. Anche in questo la propaganda ha il suo ruolo, il popolo viene diviso, agli ipnotizzati viene insegnato che i cattivi sono gli altri, da questi bisogna stare lontani, bisogna odiarli e guai a passare per uno di loro. La gente preferirà morire con la 1234esima dose ma non vorrà mai passare per no-vax.

Questo è quanto! Su quanto fin qui detto ritengo ci sia ben poco da discutere, è evidente e palese a tutti i risvegliati o ai non ingannati. Possono cambiare le sfaccettature ma la sostanza è questa, credo.

Su quale sia lo scopo ultimo di chi controlla il mondo, chiamateli cabala, globalisti, rettiliani, chiamateli come volete, non si sa per certo. Su questo possiamo formulare solo logiche e verosimili ipotesi che restano però ipotesi.

Sicuramente ci possono essere e ci sono questioni economiche e di potere, e fin qui ci potremmo anche farcene una ragione, cercare di opporci ma senza troppa preoccupazione.

Gli ultimi eventi invece, da due anni a questa parte almeno, dimostrano che lo scopo potrebbe essere diverso e molto meno rassicurante.

Hanno iniziato facendo morire persone in vigile attesa o intubate, poi hanno iniziato ad avvelenare con i vaccini, ed ancora continuano e continueranno. Se qualcuno crede che la riduzione della popolazione possa essere uno degli obiettivi non è certo biasimabile. Se poi analizziamo che, come previsto dai non ingannati, si comincia a portare avanti la propaganda sul cambiamento climatico, sulla siccità, sulla mancanza di cibo, sull’inquinamento, etc. oltre che favorire l’unione tra persone dello stesso sesso, l’aborto, etc., sembra chiaro che il problema che i signori del mondo vogliono risolvere e quello che siamo troppi ed inquiniamo troppo, gli roviniamo il mondo in cui loro vivono e noi siamo ospiti. Ci faranno mangiare gli insetti, Grillo l’illuminato ha già avuto incarico in merito. Ma non gli basterà. Il numero di persone che potranno occupare il mondo secondo loro è inversamente proporzionale alla libertà. Persone libere e con autonomia economica inquinano troppo, per cui la restante parte del popolo, quelli che non saranno uccisi, dovranno avere meno libertà e per farlo si inventeranno una crisi ed un’urgenza dopo l’altra.

Come fare ad uscirne? Non lo so, c’è troppo egoismo anche tra i non ingannati per poter creare un movimento in grado di fare la differenza. Tutti si riempiono di eco, la fama personale o il proprio tornaconto finiscono per prevalere sul bene comune e sono causa di divisioni, litigi e in alcuni casi di cambi di casacca.

Per approfondimenti su questi argomenti potete guardare gli articoli precedenti, se volete restare aggiornati scrivetevi nella newsletter. Il mio scopo non è fare proselitismo e diventare un grande blogger, ma semplicemente contribuire all’intelligenza collettiva nella speranza di aiutare a tirarla fuori dalla distopia. Ho iniziato con articoli scientifici per smontare l’inganno della scienza, partendo dalla distruzione di questo grande inganno si potrebbe ribaltare tutta la menzogna dell’indottrinamento collettivo.

Lascia un commento

Translate »
error

Enjoy this blog? Please spread the word :)

Telegram