Mer. Feb 1st, 2023

Strani teatrini si susseguono, dimissioni, liti, critiche, che chiaramente non hanno una logica. Non tutti i governanti sanno cosa sia successo realmente, né lo possono sapere, per cui sono agitati e confusi. La frenesia del momento è dovuta al fatto che le elezioni saranno vicine, volutamente vicine. Movimenti nuovi alle prossime elezioni potrebbero non essercene per via di una nuova norma che richiede un numero impressionante di firme per presentare un partito, un numero tale (dell’ordine delle 100.000 firme in 9 giorni) che è pressoché impossibile riuscire a raccoglierle per un movimento nascente. In realtà sarebbe difficile anche per i vecchi partiti, ma loro non ne hanno bisogno perché già sono in parlamento.

Ci sarà volutamente confusione, la confusione serve per i brogli. Come ho spiegato si deve dare l’impressione al popolo di decidere, ma non si può rischiare che decida veramente. Chiaramente i brogli non servono contro i partiti nuovi, visto che non ce ne saranno per i motivi detti sopra, ma servono alla sinistra (deep state) che rischia sta volta di perdere veramente.

La sinistra governa l’Italia da decenni senza aver vinto mai un’elezione, trovano sempre una escamotage sulla legge elettorale o altri meccanismi per assicurarsi il possesso del paese. Questa volta cercheranno di vincere veramente per avere più forza visto cosa è successo con il loro nuovo centroavanti Draghi, non mi meraviglierei tra l’altro se lo proponessero come leader per le prossime elezioni. Mattarella ha già detto che le elezioni saranno entro 70 giorni, la fretta creerà confusione, oltre a peggiorare la situazione per i nuovi partiti e movimenti. Mattarella secondo voi da che parte sta?

Nelle elezioni in Sicilia molti presidenti di seggio non si sono presentati creando un caos pazzesco. I presidenti di seggio, quindi, che hanno fatto domanda per tale ruolo, ben retribuito, magari hanno dovuto trovare qualche “aiuto” per ottenere l’incarico, poi non si sono presentati… strano no?

Lo spoglio è iniziato anche 10 ore dopo il via ufficiale, potete immaginare cosa potrebbe essere successo in questo tempo. Forse erano le prove tecniche, accadranno cose simili per le politiche. Il problema è che ci riusciranno nel loro intento di falsificare le elezioni perché nessuno crede che possa accadere, se invece si capisse che siamo in dittatura forse gli organi e le figure preposte potrebbero quantomeno provare ad impedire tutto ciò. Il risveglio è sempre la via maestra ma la propaganda lo impedisce efficacemente.

Unica nota di speranza, vista la fine del governo Draghi spero che questa volta una mano dall’alto possa cambiare le sorti nefaste di questo paese.

Una curiosità conclusiva, un esempio di PNL o di propaganda, con cui hanno condizionato in modo pesante il voto in passato, il “voto sprecato”. Hanno inventato questa etichetta per scoraggiare le persona a votare partiti e movimenti nuovi. Di per se è una dissonanza cognitiva indotta, infatti se non si vota chi non ha possibilità di vincere non possono che vincere i soliti. Ma ciò che è peggio che nessun partito può inserirsi nel mondo politico e crescere, la crescita infatti e progressiva, si inizia con percentuali basse e pochi parlamentari per poi crescere progressivamente. La dissonanza cognitiva del “voto sprecato” impedisce qualsiasi cenno di cambiamento.

Lascia un commento

Translate »
error

Enjoy this blog? Please spread the word :)

Telegram