Mar. Mag 28th, 2024

Ultimamente anche il mondo del phishing, in particolare delle e-mail che portano a cliccare su siti infetti, ha raggiunto livelli preoccupanti. Normalmente si tratta di e-mail provenienti da presunti istituti di credito, o dalla posta, oppure da un corriere o da un fantomatico amico. Di recente invece stanno arrivando mail che, non solo hanno come finto mittente una persona conosciuta, ma anche i contenuti della mail sono particolarmente familiari. In pratica prendono argomenti, oggetti, firme ed atre informazioni di mail precedenti e confezionano testi che sembrano rispondere o riprendere discussioni pregresse.

Questa attività, fatta necessariamente con una forma di spionaggio diffuso e strutturato in database in modo da poter ricostruire uno storico, è certamente portata avanti con intelligenze artificiali.

Già oggi il livello di credibilità delle mail di questo tipo ricevute è spaventoso, è chiaro che con l’evoluzione dell’apprendimento di questi sistemi automatici, che si basano appunto su auto apprendimento automatico, le risposte potrebbero essere non solo più verosimili e credibili, ma anche più veloci.

Potrebbe ad esempio succedere che arriva una risposta poco dopo l’invio di una mail ma a rispondere potrebbe non essere stato il destinatario previsto.

Per difendersi da questa nuova e preoccupante forma di truffa bisogna sempre verificare il vero mittente della mail e la destinazione di eventuali link presenti nella mail stessa, non guardando il testo che compare, ma il collegamento ipertestuale. In  genere il testo che contiene un link ipertestuale ha un colore diverso ed è sottolineato, solitamente basta restare fermi con il puntatore del mouse sul testo da analizzare ed il collegamento dovrebbe risultare visibile in sovrimpressione o in altri punti dell’interfaccia. Se non si riesce così, si può analizzare il testo o il mittente tramite menù a tendina, che si apre cliccando sul pulsante di destra del mouse nell’oggetto da analizzare.

Lascia un commento

Translate »
error

Enjoy this blog? Please spread the word :)

Telegram