Sab. Feb 24th, 2024

Si comincia a parlare sempre più di preparativi per essere pronti ad una guerra, l’Italia prepara un decreto per reclutare riservisti e chissà cos’altro, ed anche Polonia, Germania ed altri stati ragionano negli stessi termini.

Come ipotizzato in articoli precedenti i potentati USA, le élite del dollaro, capirete perché chiamarle così, potrebbero utilizzare gli europei come carne da cannone per l’ennesima guerra per procura nei loro interessi, per fermare la Russia e la Cina. Questo sta già accadendo con la popolazione dell’Ucraina.

La scusa ufficiale sarà che la Russia avrà attaccato uno stato della Nato o chissà cos’altro, ma la verità è che si vuole la guerra contro la Russia e si farà tutto per scatenarla. Le strade possibili sono due, o per l’ennesima volta costringeranno la Russia ad un’azione che sarà fatta passare dalla propaganda occidentale per atto deliberato e criminale, oppure si inventeranno una false flag, degli attacchi sotto falsa bandiera Russa.

Ma a parte le dinamiche che seguiranno, che è impossibile prevedere, è importante capire perché ciò accadrà. Il motivo è lo stesso per cui Gheddafi è stato eliminato quando ha parlato di fare una sua moneta per il commercio del petrolio, e di quando Saddam Hussein ha fatto la stessa fine per aver ipotizzato di utilizzare l’Euro come moneta di scambio per la compravendita del petrolio. Forse anche le scelte idiote e scellerate che da decenni mette in essere l’Europa in termini economici e commerciali, per mano di governanti asserviti, può essere servita allo stesso scopo, ovvero evitare che l’Euro entrasse in competizione con il Dollaro.

Ma perché tutto ciò?

Cercheremo di essere sintetici visto che l’argomento sarebbe molto ampio e complesso. Mentre la moneta interna ad uno stato ha la funzione di governare il commercio interno regolando inflazione e altri fattori economici per mezzo della banca centrale, negli scambi internazionali la situazione è molto differente. Uno stato non può pagare con la propria moneta la merce acquistata da un altro stato perché questo di quella moneta non se ne fa nulla, non la può usare internamente e non può proporla ad altri stati che a loro volta non se ne farebbero nulla. Lo scambio tra paesi potrebbe avvenire con il baratto o a limite con l’utilizzo di materiali di scambio come l’oro.

Alcuni decenni fa è successo che gli USA hanno legato il valore del Dollaro al valore dell’oro, ovvero c’era la convertibilità aurea della moneta, questo ha fatto si che anziché spostare oro da un paese all’altro, il Dollaro è diventata moneta di scambio. Questa cosa però, per gli Stati Uniti nel tempo è diventata, per vari ovvi motivi di equilibrio monetario, un problema ed hanno deciso di eliminare tale convertibilità aurea. Nonostante ciò il Dollaro ha continuato ad avere la funziona di moneta di scambio e qui è nato tutto il problema.

Dato che il mondo stupidamente ha continuato ad utilizzare la moneta americana come moneta di scambio si è creata una situazione probabilmente inedita, gli Stati Uniti erano l’unico stato al mondo e di tutti i tempi che poteva stampare liberamente moneta per acquistare prodotti e materie prime dall’estero, potevano dare carta per avere valore.

Questo gli ha permesso di diventare la potenza economica e finanziaria che sono, ed ha permesso ad alcuni furbi capitalisti di ottenere uno strapotere incommensurabile, questo ha creato le potenti élite che governano oggi il mondo. Questa cosa aveva un solo limite, non dovevano esagerare nello stampare moneta altrimenti ci sarebbe stata comunque una svalutazione, i dollari che potevano stampare erano quelli che sarebbero serviti agli scambi internazionali tra stati terzi e che non sarebbero probabilmente mai più tornati indietro.

Eccoci al dunque: che succede se gli altri stati decidono di utilizzare la moneta del Brics?

Commerciando con gli USA gli stati del mondo darebbero Dollari per ricevere beni, mentre nella vendita chiederebbero moneta Brics.

In definitiva in pochi mesi una valanga di Dollari tornerebbero negli Stati Uniti ed il dollaro diventerebbe carta straccia.

In pratica sarebbero costretti a distruggere i Dollari perché metterli nell’economia di stato significherebbe un’inflazione insostenibile. Dovrebbero essi stessi commerciare con moneta Brics perché nessuno venderebbe i propri beni in cambio di Dollari. In pratica dovrebbero sostenere un export straordinario per compensare il rientro di moneta, dovrebbero infatti vendere molto di più per poter ottenere anche sufficiente moneta Brics per gli acquisti necessari.

Se il Dollaro si svaluta i capitali accumulati dalle famiglie ricche e dalle élite, che sono chiaramente in Dollari, svaluterebbero vertiginosamente e data la quantità abnorme non potrebbero neanche provare a sbarazzarsene perché il solo tentativo di vendere tutto e subito metterebbe sul mercato finanziario valanghe di Dollari, il che accelererebbe ancor di più la svalutazione stessa.

In definitiva le élite che con i loro Dollari ed il loro potere governano gli stati per mano di politici servi devono ad ogni costo salvare la supremazia del Dollaro, se per questo devono far morire qualche centinaio di milioni di persone, in gran parte europee, lo fanno senza remore, anzi ne beneficia, secondo loro, l’ambiente.

Per come la vedo io, considerando che vivo in uno stato che mi bombarda di tasse e di multe, che mi sta togliendo il sistema sanitario e la pensione, che sta distruggendo la produzione alimentare, che mi vuole far mangiare insetti e carne sintetica, che sta distruggendo la famiglia e sta sostenendo ideologie distopiche, che mi vuole segregare in una città da 15 minuti, che mi tiene nella distopia con la propaganda, che mi sta impoverendo ed avvelenando in mille modi, etc. etc. e che pensa di mandarmi a morire in guerra per difendere gli interessi dei potenti, beh… divento volentieri russo.

La guerra la fanno i popoli, se i popoli non vanno in guerra le guerre non esistono.

Lascia un commento

Translate »
error

Enjoy this blog? Please spread the word :)

Telegram