Ven. Feb 3rd, 2023

La crisi di governo era necessaria per confondere le persone ora che i nodi vengono al pettine. Si comincia a vedere quanto inutili e deleteri siano stati i vaccini, aumentano le morti improvvise, cominciano a pesare le conseguenze della illogica ed immotivata partecipazione dell’Italia alla guerra. In pratica, dopo aver distrutto l’Italia come da loro programma devono muovere un po’ le acque in politica per preparare un nuovo governo di regime. Per loro è importante tenere a bada il popolo, lo tengono nella confusione, nella distopia e nell’ignoranza, ma devono farlo votare, anche se il voto non serve a nulla la gente deve credere di avere la scelta in mano. Voteranno per un nuovo falso nuovo e aspetteranno le prossime elezioni per cambiare nuovamente, ma non cambierà nulla. Il concetto di rivolta, di protesta e di opposizione attiva è stato tolto dalla mente degli italiani, per cui basta farli votare per un finto cambiamento ed il regime può andare avanti.

Non so se decideranno per un Draghi bis, magari con più poteri, cosa molto probabile come ho detto nell’articolo precedente, oppure creeranno un nuovo mito per raccogliere i voti degli idioti. Quello che è interessante è che parlano di togliere il reddito di cittadinanza. Per quanto anche io credo che così com’è stato idiotamente fatto non va bene, ma in questo periodo il reddito di cittadinanza ha evitato la disperazione, la rivolta sociale e l’esplosione della criminalità. Lo tolgono proprio ora perché vogliono il disastro sociale, la rivolta per disperazione, vogliono concretizzare ed amplificare i danni che hanno creato prima con la falsa pandemia, poi con la guerra e le altre false crisi. Cercheremo di capire quale sia lo scopo ultimo del disastro sociale, forse vogliono una scusa per la repressione definitiva, vedremo, cercheremo di capire.

Lascia un commento

Translate »
error

Enjoy this blog? Please spread the word :)

Telegram