Ven. Feb 3rd, 2023

Già da quando la Meloni si è tirata fuori dalla larga maggioranza si capiva che la stavano mettendo nel congelatore per le elezioni successive. Come descritto in un articolo precedente, “Gli imbonitori del popolo sono al lavoro” è solo un gioco delle parti per tenere buono il popolo, riporto un estratto:

”Quindi cosa fanno, quando governa uno fa le leggi impopolari per i sostenitori dell’altro schieramento, quando governa l’altro fa il contrario. Quando devono fare leggi impopolari per l’intero popolo mettono un governo tecnico.”

Questa volta però la situazione è diversa, vogliono un governo forte, di larga maggioranza per poter imporre una dittatura più forte di quella passata. In questo caso la sinistra ne uscirà pulita per le prossime elezioni. La maggioranza dovrà essere veramente molto forte, ecco perché la sinistra fa finta di litigare distruggendo qualsiasi tipo di accordo che possa dare frutti, i 5 stelle hanno tolto quelli che potevano portare qualche voto, la destra invece sta promettendo mari e monti. Tra le tantissime cose promesse dalla detra per assicurarsi una larghissima maggioranza c’è anche una flat tax al ribasso, per convincere chiunque, infatti la flat tax sarà anche per i dipendenti (questa l’hanno escogitata oggi). Insomma la destra deve avere una maggioranza schiacciante, forse fino a poter cambiare autonomamente la costituzione. La sinistra avrà l’alibi di essere in minoranza e di non potersi opporre alla nuova dittatura e si preparerà per le prossime elezioni.

La dittatura sanitaria sarà portata avanti dalla destra, metteranno l’obbligo vaccinale. Il meccanismo creato è quello che con le vaccinazioni sono aumentati i morti Covid, approfittando della distopia del popolo daranno la colpa dell’aumento dei morti alla variante e diranno che a causa dei troppi morti si deve spingere sui vaccini; un loop demoniaco. Ancora non hanno il coraggio di spingere le vaccinazioni Covid successive perché il popolo un po’ comincia a porsi dei dubbi, nonstante la forte propaganda, ma troveranno il modo per aumetare la distopia e convincere alla vaccinazione. Probabilmente ripartiranno con i vaccini “aggiornati”.

Nel frattempo è iniziata la vaccinazione col vaccino contro il vaiolo delle pecore. per ora lo devono fare solo alcuni, poi gli altri volontariamente, in fine tutti con obbligo.

L’altra nuova urgenza con cui ridurranno le libertà, quella della crisi climatica, sta trovando una spalla nei malori improvvisi, nell’aumento della mortalità in assoluto, negli infarti, tutto riconducibili logicamente alle vaccinazioni, ma loro stanno cominciando a dire che sono dovute al caldo. Il caldo di quest’anno lo abbiamo visto negli anni precedenti, anche più intenso in alcuni casi, ma stranamente quest’anno sarebbe particolarmente micidiale.

Riguardo al taglio delle tasse, alla flat tax, sono il primo a dire che va fatto. Ci sono però tanti modi per farlo, fatto nel giusto modo e con i giusti accorgimenti può certamente essere utile e rilanciare l’economia. Fatto nel modo sbagliato può portarci al default… quest’ultimo sarà certamente il modo scelto da Draghi.

Hoops… ho detto Draghi, non capisco….

Che ci crediate è meno c’è in ballo la libertà di tutti e la vita di moltissimi.

Per aiutare il risveglio e se condividete quanto scrivo, fate conoscere questi articoli a più persone possibile.

Ecco i link per restare informati:

Telegram: https://t.me/farefrontecomune

Facebook: https://www.facebook.com/alessandro.ratti.9279

Instagram: https://www.instagram.com/rtt.alex/

Twitter: https://twitter.com/AlessandroRatt8

Lascia un commento

Translate »
error

Enjoy this blog? Please spread the word :)

Telegram