Sab. Gen 28th, 2023

Draghi parla e governa come se sapesse che continuerà a governare, in tal caso potremmo dire di averlo previsto il giorno stesso delle dimissioni. E’ verosimile che vogliano una dittatura più forte con Draghi premier. Sia chiaro da subito, per quanto segue, che per me destra o sinistra al momento sono la stessa cosa, è chi c’è dietro tutti loro il problema, non è una questione di ideologia. Come ho detto in altri articoli, i politici sono solo degli imbonitori, servono a tenere a bada il popolo, poi dietro di loro c’è chi comanda.

Mi preoccupa molto il fatto che Draghi inviti ad andare a votare. Le ipotesi sono due. La prima ipotesi è che invita a votare in modo che il suo futuro governo rappresenti la maggioranza di molti votanti, o comunque un inciucio di più partiti che rappresentino una larga maggioranza del paese. Ricordiamoci che la sinistra governa da anni senza aver vinto le elezioni, vediamo cosa accadrà questa volta, magari governerà la destra ma con il vecchio programma della “sinistra”, vedremo, o governerà la sinistra con uno dei suoi giochi di prestigio. Avere una larga maggioranza comunque gli serve ad essere più legittimato nel distruggere l’Italia. La seconda ipotesi, peggiore, è che gli servono i votanti perché vogliono fare molti brogli per avere la larga maggioranza, magari di sinistra. Considerate sempre che nelle elezioni in Sicilia gli scrutini sono iniziati con 8-10 ore di ritardo dal via, cosa sia potuto accadere in quel tempo non lo so. Certo che inviterei tutti gli interessati ad essere vigili e pronti a chiamare i carabinieri durante le votazioni e gli spogli.

Sostanzialmente non si può capire come, con quali inciuci o maggioranze, se di destra, di sinistra o da inciucio, ma la dittatura ci sarà quasi certamente e i voti gli servono per poter dire di rappresentare una larga maggioranza della popolazione.

Nel frattempo la distruzione dell’Italia continua, come previsto le aziende chiudono per il caro bollette, questo lo dicevano i famigerati complottisti due anni fa e guarda caso sta accadendo. La logica è fare fallire tutte le aziende, impoverire la popolazione per creare un sistema comunista, lavoro già iniziato con la logica dei bonus. Ci abituano ai bonus perché il futuro ci vedrà tutti umili dipendenti e servitori dello stato, se non obbedisci niente bonus o reddito base.

Poi stanno allargando la questione Ucraina alla Crimea, e Draghi ha detto chiaramente di continuare a sostenere l’Ucraina. Come dire, anziché puntare ad una riduzione delle tensioni e favorire un accordo di pace, anche per fare respirare l’economia e il popolo, vorrebbero che Putin facesse un doppio passo indietro, unilateralmente…

Ricordatevi cari italiani che al fronte non ci va Draghi, ma con la legge marziale ci andremo noi.

Unica speranza è che si sta candidando qualche personaggio che da valore ad una ipotesi ottimistica di qualche post fa, vedremo se uno dei poteri forti meno spietato si metterà di traverso ed interromperà il crimine contro l’umanità in atto.

I quadro è molto confuso lo so, ma credo che la confusione sia dovuta a dinamiche strane a livello globale, tra poteri forti e di equilibrio globale. Uno dei punti chiave è sicuramente il rischio default di tutta l’economia occidentale.

Lascia un commento

Translate »
error

Enjoy this blog? Please spread the word :)

Telegram