Sab. Gen 28th, 2023

La questione voto o non voto sta diventando il tormentone del momento sui social e non solo. La sintesi è che votare significa riconoscere una consultazione elettorale che in realtà è solo una farsa per prendere per i fondelli il popolo, ma votando se ne riconosce il valore. Non votare significa non tentare neanche di cambiare.

A mio avviso è sicuramente sbagliato votare il meno peggio, questo infatti è quello che il sistema vuole da anni. Votare il meno peggio significa accettare di essere governati da chi non si vorrebbe per non avere di peggio. Questo è di per se assurdo, è una sconfitta del popolo, ma è peggio ancora dato che alla fine il così detto meno peggio è solo il rovescio di una stessa medaglia.

Votare un partito o movimento in cui si crede veramente è a mio avviso comprensibile.

Assurdo è poi non votare un partito o movimento in cui si crede perché, essendo questo nuovo e piccolo, sarebbe un voto sprecato, questo proprio è illogico. Intanto non è un voto sprecato supportare un partito o movimento che si ritiene valido, anche se non vince e non ottiene seggi alle prime sue elezioni, un movimento che ha un seguito ha motivo di continuare ad esistere, se non prende voti sparisce. Se continua ad esistere magari in un paio di consultazioni cresce ed entra in parlamento. Non votare partiti nuovi significa consolidare la solita solfa e quindi la solita dittatura.

Potete iscrivervi alla newsletter del blog “NEW POST ALERT”, oppure seguirmi sui social. Ecco i link:

Telegram: https://t.me/farefrontecomune (canale con notizie nascoste dai media)

Facebook: https://www.facebook.com/alessandro.ratti.9279

Instagram: https://www.instagram.com/rtt.alex/

Twitter: https://twitter.com/AlessandroRatt8

Lascia un commento

Translate »
error

Enjoy this blog? Please spread the word :)

Telegram