Mar. Gen 31st, 2023

In alcuni portali online di banche comincia a comparire un calcolo di CO2 prodotto. Sostanzialmente stanno preparando le infrastrutture per quella che sarà la nuova normalità. Sul loro programma stanno procedendo a ritmo serrato, bruciano le tappe. La crisi climatica e quella energetica, che causeranno disaggi e sofferenza prima, sfoceranno poi nella fame. In pratica creeranno il problema più grosso per il genere umano, quello della fame, per giustificare le leggi che intendono imporre. Queste questioni sono già state ampiamente descritte in vari articoli precedenti.

Ovviamente usano delle scuse, delle motivazioni per portare avanti al propaganda, una delle scuse sarà il cambiamento climatico che a detta loro richiede una riduzione dell’iquinamento. Dubito però che il problema del mondo sia la produzione della carne come ci vogliono fare credere. Ad ogni modo, pare che abbiamo deciso che, tra le altre cose, si debba produrre meno carne e mangiare insetti. Qualunque sia il vero motivo, il piano è questo e stanno andando avanti.

Avrete notato che sono sempre più frequenti i casi di uccisione di animali per rischio contagio. Avrete notato che ancora prima della guerra in Ucraina l’energia era diventata un problema e come detto già in Olanda, evidentemente paese pilota, stanno distruggendo la produzione alimentare per ridurre la produzione di azoto. Farei riflettere sul fatto che l’Olanda è un paese così piccolo che con o senza il suo azoto nell’aria non cambia sostanzialmente nulla, quindi non c’è una giustificazione logica per tali provvedimenti, e solo perché hanno deciso di cominciare da li. Poi si dovrebbe capire da dove sia spuntato il problema azoto… probabilmente si è scelto l’azoto come problema perché giustifica meglio certi provvedimenti.

Come sempre, creano i problemi per imporre le soluzioni.

MA NADIAMO AL NOSTRO CONTO IN BANCA, cosa centra il CO2. Non vorrei essere ripetitivo ma l’eliminazione del contante, che fa parte del programma che stanno portando avanti, è la fase conclusiva ed il punto di non ritorno. Se non avete il contante,basta che blocchino gli acquisti di prodotti ai quali è associata una elevata produzione di CO2, e BENG!, non comprate più carne, pane, pasta… Magari la carta di credito vi permetterà di comprare solo prodotti a base di farina di insetto. Potreste comprare le quote di CO2 dai poveri che pur di avere dei soldi vi venderanno i loro residui diritti e mangeranno insetti soltanto, triste no?

Sono tutte teorie del complotto fino a quando non diventano triste e irrimediabile realtà.

Vi pesa tanto evitare di utilizzare la carta di credito? Sapete che già, fonte “il sole 24 ore”, stanno scarseggiando sempre più gli sportelli automatici per il prelievo dei soldi. Piano piano, come sempre, un po’ alla volta ci levano i diritti. Meno prelevate agli sportelli e più loro avranno la scusa per toglierli.

Loro spingono all’uso delle carte di credito, non è un caso che a pagare il servizio è chi riceve il pagamento e non chi decide di usarlo, in questo modo se ne favorisce l’utilizzo, hanno anche messo l’obbligo di avere il POS. Di recente hanno anche inventato il cash-back, sempre per spingere all’utilizzo della carta di credito fino a farla diventare abitudine. Vi ricordo che già lo stipendio è canalizzato, un primo grande passo lo hanno fatto nell’ignorante silenzio di tutti, compreso chi scrive.

La scusa con cui si concedono il diritto a pressare sull’utilizzo della carta di credito e con cui elimineranno il contate è la questione dell’evasione fiscale. Vi invito a leggere l’articolo riportato sotto, qui riporto solo i punti salienti.

Molti di voi diranno che è giusto combattere l’evasione perché “io lo tasse le pago, me le trattengono dallo stipendio…” Questa è purtroppo pura dissonanza cognitiva indotta dal sistema, vi prego di seguirmi nel prossimo ragionamento.

Quello che regola lo stipendio medio è il netto in busta paga in relazione al costo della vita, il resto sono tasse per chi gli stipendi li paga. Mi spiego meglio.

Immaginiamo che una persona cerca lavoro, gli offrono un buon lavoro ma a 800 euro al mese a Milano. Per disperazione potrebbe anche accettare ma cercherebbe subito un altro lavoro perché con 800 euro non riesce neanche a mangiare. Esiste quindi uno stipendio minimo oggettivo che permette alle persone di vivere ed è quello che regola lo stipendio indipendentemente dalle trattenute. Immaginate se domani il datore di lavoro vi mette in busta mezzo stipendio perché sono aumentate le trattenute. Il giorno dopo sareste davanti ai cancelli, vi dovrebbero dare l’aumento. Se ci pensate quindi nei fatti chi paga le tasse è chi paga gli stipendi comunque.

Quello sopra sembra un cavillo, una speculazione, una provocazione, invece E’ LA CHIAVE DELLA DIVISIONE SOCIALE CHE IL REGIME HA CREATO tra lavoratore e datore di lavoro.

Ma c’è un altro aspetto che riprendo dall’articolo sotto. L’evasione fiscale pone un limite alla pressione fiscale, se la pressione fiscale è eccessiva si è costretti ad evadere per mantenere i costi, ad esempio quello del pane, ad un livello accettabile sulla base dello stipendio medio della popolazione. Senza evasione non resterebbe che aumentare i prezzi, qualcuno potrebbe non riuscire a comprare il pane, si riduce il valore d’acquisto ed anche i risparmi valgono meno, inflazione significa infatti che gli stessi soldi valgono meno. L’evasione fiscale è l’ultima spiaggia contro la repressione di regime, senza contante il regime ci schiaccia e ci schiavizza. Quando toglieranno il contante saremo ufficialmente schiavi.

Inoltre, scegliere la carta di credito, che è certamente una comodità, significa pagare una tangente alle banche ad ogni transazione, non solo questo non è del tutto intelligente rispetto all’economia del popolo, ma contiene un altro problema ancora. Se ad ogni transazione la banca si tiene una percentuale è come se ad ogni passaggio di mano i soldi valessero sempre meno.

Smettere immediatamente di utilizzare le carte di credito toglie al dittatore l’arma definitiva, l’arma della vittoria, non aspettate che sia troppo tardi.

Ribadisco sempre che la manipolazione mentale di massa e necessaria per imporre qualsiasi volontà, sociale o politica, i potenti che comandano il mondo hanno bisogno di convincere il popolo perchè è il popolo a comandare anche se non lo sa. Per convincere il popolo utilizzano la propaganda, tengono il popolo nella confusione, nella distopia tramite i media, i social, la censura e la politica in tutte le sue forme. Il popolo dovrebbe invece essere refrattario alla propaganda, dovrebbe sempre restare lucido ed attivo nel difendere diritti e libertà.

Potete iscrivervi alla newsletter del blog “NEW POST ALERT”, oppure seguirmi sui social. Ecco i link:

Telegram: https://t.me/farefrontecomune

(su Telegram posto notizie che i media nascondono e gli altri social censurano, suggerisco di seguire il canale)

Facebook: https://www.facebook.com/alessandro.ratti.9279

Instagram: https://www.instagram.com/rtt.alex/

Twitter: https://twitter.com/AlessandroRatt8

Lascia un commento

Translate »
error

Enjoy this blog? Please spread the word :)

Telegram