Sab. Gen 28th, 2023

Il presidente di Moderna ha di recente candidamente ammesso che i vaccini contro il Covid erano già pronti nel 2019, ancor prima che venisse dato il nome Sars-Cov-2 al virus. Le implicazioni di tale affermazione sono pesantissime, è la prova che la pandemia è stata tutta una costruzione. Hanno fatto passare un anno per creare terrore e morte per poi ricattare gli stati per fare accordi a loro favorevoli nella vendita dei vaccini, o comunque per dare ai politici di turno l’alibi per accordi altrimenti improponibili. Non vado oltre su questo aspetto perché chi vuole capire ha già capito tutto, gli altri che seguano il loro destino.

Mi volevo soffermare invece sull’aspetto dell’efficacia o meno del così detto vaccino.

In un articolo precedente ho evidenziato come per scagionare il vaccino dagli effetti avversi e provare a darne la colpa ai no-vax, hanno ammesso che le paura può causare i sintomi attribuiti al Covid durante la (a questo punto) psico-pandemia. Per farla breve, il Covid era un virus come gli altri, gli effetti a lui attribuiti erano verosimilmente dovuti al terrore mediatico ed alla deprimente vigile attesa. Il vaccino non ha fatto altro che dare l’illusione alle persone di essere protette e quindi reagire meglio al raffreddore, una persona che si sentiva tranquilla perché vaccinata non finiva nel panico e non aveva i sintomi Covid. E’ bastato poi dire che l’efficacia dei vaccini era a tempo far perdere la presunta efficacia, in realtà effetto placebo, e fare le dosi successive.

Volendo andare un po’ oltre potremmo ipotizzare che questi “vaccini” non erano neanche vaccini Covid, erano dei sieri, probabilmente da sperimentare, o che avevano altri scopi peggiori che non ribadiamo neanche. Il fatto che fossero pronti ancora prima che il Covid si diffondesse, vista anche la mutabilità del coronavirus, considerato inoltre che ancora oggi fanno vaccini per varianti ormai inesistenti, è la prova che “Un siero vale l’altro”, è solo un effetto placebo e finché la gente ci casca si continua a bucare.

Volendo dare una chiave di lettura complottistica e quindi quasi certa, lo scopo delle vaccinazioni era farci stare male tutti, indebolirci, renderci quindi buoni clienti per le case farmaceutiche e contestualmente ridurre la popolazione. Per accelerare la riduzione della popolazione stanno anche accelerando sull’alimentazione con insetti che è certo che facciano male, oltre che no-vax saremo anche no-insect.

La cosa che più mi fa rabbia è che non avrebbero motivo di ucciderci se solo capissero che le alterazioni climatiche hanno natura diversa da quella che loro credono, e che le risorse per tutti ci sono, magari ci schiavizzerebbero ugualmente, ma non ci ammazzerebbero.

Riporto articoli collegati:

Lascia un commento

Translate »
error

Enjoy this blog? Please spread the word :)

Telegram