Mar. Gen 31st, 2023

Prendiamo come spunto una notizia di oggi. Zelensky aizza l’Europa e scatenare la terza guerra mondiale. Oggi dice che all’Europa manca il coraggio… ma il coraggio di fare che? Dove c’è scritto che dobbiamo difendere l’Ucraina? E’ diventato un dovere? Una situazione aberrante ed assurda che pare però diventare giorno dopo giorno la normalità. Una condizionamento psicologico, un nuovo pensiero imposto, questa volta per arrivare alla terza guerra mondiale. Il problema è che come sempre ci riusciranno. Chi c’è dietro Zelensky? Chi gli dice cosa dire e come dirlo?

Fino a poco più di due anni fa non avrei scritto quanto segue. Premesso che, come si può vedere dai post precedenti, andando un po’ indietro, non ho mai avuto fiducia nella scienza e nella medicina per i motivi ampiamente espressi in precedenza, non avrei creduto che il mondo potesse essere così com’è.

Di fronte a scelte sbagliate come l’entrata nell’euro formulavo l’ipotesi che si trattasse di incompetenza o semplicemente di errore da parte delle classe politica. Tante scelte del passato palesemente sbagliate mi portavano a credere che l’incompetenza, la mancanza di meritocrazia e la superficialità fossero la causa di tali aberrazioni. Quando però, in occasione della pandemia del covid, ho visto certe assurdità mi sono reso conto che non si poteva trattare di incompetenza, si trattava di malafede. Dietro certe palesi menzogne o spinte mediatiche illogiche non poteva che esserci un secondo fine.

Solo a titolo di esempio ricordo un particolare estremamente significativo e privo di possibilità di smentita. Esempi ce ne sarebbero milioni, ma andrei a scontrarmi con il pensiero radicato in molte persone, ovvero il pensiero unico imposto dai media. All’inizio della pandemia dicevano che contro il covid non esistevano cure e che le difese immunitarie erano l’unica arma al momento disponibile. Questa affermazione universalizzata dai media ha portato la gente a tentare di migliorare le difese immunitarie con l’ausilio di integratori. Il fatto che certi integratori migliorino le difese immunitarie non è una storia di oggi, ne è un’invenzione di qualche teleimbonitore, è una certezza scientifica. Gli integratori per affrontare il periodo invernale esistevano da molto prima del covid 19, eppure nel caso del covid i media hanno criminalizzato la scelta popolare di migliorare le difese immunitarie, ad esempio la Rai ha intervistato un presunto professorone che minimizzava l’utilità della vitamina C. Non sto affermando che la vitamina C fosse una cura contro il covid, ma che semplicemente migliorare le difese immunitarie anche con la vitamina C non era certo una cattiva idea. Questa della vitamina C è stata la mia scintilla, è stata la pulce nell’orecchio che mi ha fatto mettere in dubbio tutte le mie certezze.

Non entro ulteriormente nel merito di questioni relative al covid, chi vuole può andare a ritroso nei post e troverà tanto materiale su cui riflettere.

Dopo due anni di assurdità, di cui quella poc’anzi esposta è solo un piccolissimo esempio, vedendo come la gente, nella stragrande maggioranza, crede a tutte le idiozie, anche a quelle palesemente assurde, mi sono posto delle domande. Mi sono chiesto se magari quello che stavo scoprendo in occasione del covid non fosse una prassi ben radicata e consolidata che era operativa anche da  prima e che fino ad allora aveva raggirato pure me. Ebbene sì, è sempre stato così, i media sono al servizio dei potenti per tenere a bada e controllare il popolo e ci erano riusciti anche con me. Quelle scelte scellerate del passato non erano errori ma azioni consapevoli. Niente di nuovo all’orizzonte direte voi, se è sempre stato così e siamo vivi poco male. Purtroppo no, una cosa è cambiata. Probabilmente il disegno dietro quello che viviamo ha origini antiche ma oggi forse viviamo il periodo in cui i potenti stanno implementando le imposizioni peggiori. Non voglio parlare di una possibile riduzione della popolazione mondiale, troppo forte per molti da credere, ma certamente una forte riduzione delle libertà. Per mettere in atto tale riduzione delle libertà utilizzeranno una serie di problemi globali e terrificanti, il primo in ordine cronologico è stata la pandemia, o forse dovremmo dire “la prima pandemia”.

Tenere il popolo nell’ignoranza serve ai potenti per poter portare avanti il programma indisturbati. Come ho descritto in un post precedente, i potenti mettono in atto il loro programma utilizzando gli organi dello stato, le forze dell’ordine, le forze armate etc., e queste sono fatte da persone che appartengono al popolo. Solo tenendo nell’ignoranza il popolo lo possono portare a fare del male a se stesso. Oggi questo è evidente in molte situazioni contingenti, un esempio tra tutti un inutile green pass che distrugge l’economia è che è tenuto in piedi con l’inganno e con l’odio sociale indotto dai media, ma anche qui mi fermo per non ripetere concetti triti e ritriti in post precedenti.

Se semplicemente le persone cominciassero a diffidare dalla verità imposta, dal pensiero unico, e lasciassero la mente aperta, se valutassero oggettivamente e con la logica i fatti, l’inganno non potrebbe più essere portato avanti. Ciascuno, consapevole della malafede dei mainstream dovrebbe approfondire le notizie, documentarsi e cercare fonti e opinioni alternative.

Ma torniamo a Zelensky.

Putin, dopo tanti anni di sanzioni, ha deciso di intervenire quando si prospettava che l’Ucraina entrasse nella Nato. Putin in persona ha detto che il motivo per cui interveniva era che la Nato, che più volte si era allargata verso est, arrivando all’Ucraina si sarebbe avvicinata troppo, non avrebbe potuto accettare missili nucleari Nato anche in Ucraina e sarebbe dovuto intervenire. Ha preferito anticipare l’intervento prevenendo l’entrata effettiva dell’Ucraina nella nato perché un intervento successivo avrebbe scatenato la terza guerra mondiale. Se un paese Nato viene attaccato tutti i sui membri devono intervenire.

Ma cos’è la Nato? La nato è, secondo me, l’avamposto Usa per la conquista dell’oriente. Come ha sempre fatto, anche in occasione della seconda guerra mondiale (si veda il post dedicato riportato in calce), gli Usa fanno combattere degli stati tra loro, crea conflitti, fornisce gli armamenti fino alla distruzione totale di questi stati per poi intervenire comodamente per “portare la pace”. Quindi Putin sta evitando uno scontro con i poveri stati europei che inconsapevolmente avrebbe offerto la vita per gli interessi USA. Non è un caso che nei principali stati europei, compresa l’Italia, in questo periodo ci sono personaggi al soldo dei potentariati filoamericani. Le stesse sanzioni imposte alla Russia stanno danneggiando l’Europa ed addirittura favorendo gli interessi USA.

Oggi il ruolo di Zelensky è di utilizzare tutte le due doti di attore per portare l’Europa in guerra.

Una cosa che però i media tengono nascosta ma che la gente dovrebbe capire e sapere, strettamente legata all’intervento della Russia in Ucraina (sempre che non sia la vera motivazione di tale intervento), è che c’è un’altra terribile questione in ballo. In Ucraina hanno trovato 30 laboratori americani dove sviluppavano armi batteriologiche, alcune molto simili al sars-cov-2. Come ho detto in post precedenti (in calce metto qualche link) il sars-cov-2 fa parte a mio avviso di una nuova forma di conquista globale basata su armi, appunto, batteriologiche. Non è un caso, ripeto, che in Europa abbiamo utilizzato solo vaccini USA e che le case farmaceutiche americane abbiano imposto il loro volere su larga scala. La Cina ha capito certamente la vera natura della pandemia covid. La Cina sa anche che gli usa stanno lavorando a delle armi che colpiscano solo delle razze specifiche, e sa anche che la pandemia covid ha permesso agli Usa di raccogliere una quantità enorme di informazioni genetiche da tutto il mondo.

Per farla breve, la vera posta in gioco ora è che ne la Russia, ne la Cina, ne tutti gli stati che saranno messi al corrente di questa nuova minaccia, lasceranno che gli Usa vadano avanti con il loro disegno. Un’arma batteriologica in grado di colpire solo determinate razze ha delle implicazioni colossali così ovvie che non è necessario neanche discuterne. Non è un caso che il ministro degli esteri Cinese sia andato, lui, in India a parlare con il presidente indiano nonostante i rapporti ultimamente non siano stati dei migliori.

Cari italiani a cari europei è giunto il momento di capire come stanno realmente le cose, è giunto il momento di capire che la posta in gioco è alta, ben maggiore di quanto ci raccontano sulla questione Ucraina. L’Italia a l’Europa devono stare fuori da questa guerra, rischiamo di essere solo uno scudo, un avamposto mandato al massacro per difendere gli Stati Uniti. A tutti i politici italiani chiederei di prendere atto della gravità della questione, si fare cadere Draghi e di ripartire con un atteggiamento neutrale, massima disponibilità in aiuti umanitari ed accoglienza ma senza mai parlare di armi e di interventi militari.

Articoli correlati:

Lascia un commento

Translate »
error

Enjoy this blog? Please spread the word :)

Telegram